Comune di Palestrina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Il Comune Informa Bacheca Avvisi Il Palio di S.Agapito

Il Palio di S.Agapito

E-mail Stampa PDF
palio2012Giovedì 16, venerdì 17 e Sabato 18 Agosto 2012
Palio di S.Agapito Martire
Scopri il programma completo








brochurepalio2012Programma:

Domenica 12 agosto 2012

ore 11,30
Piazza Regina Margherita
Solenne benedizione dei cavalli
ore 12,00
Basilica Cattedrale di Palestrina
Celebrazione Eucaristica
Esposizione solenne del
Palio di Sant’Agapito 2012

Giovedì 16 agosto 2012

ore 21,30
Piazza Regina Margherita
Lettura dei Bandi di sfida
ore 22,00
Torneo di Pallamano
ore 22,45
Esibizione degli Sbandieratori dei Rioni di Cori
ore 23,00
Torneo di Pallamano

Venerdì 17 agosto 2012

ore 17,00
Parco Barberini
Gara del Tiro con l’Arco
ore 19,00
Piazza Regina Margherita
Solenne Celebrazione Eucaristica
presieduta da S.E. Mons. Sigalini
ore 21,00
Piazza Regina Margherita
Torneo Tiro alla Fune (n.2 tirate)
ore 22,00
Torneo Gioco della Conca (n.4 incontri)
ore 22,30
Esibizione degli Sbandieratori dei Rioni di Cori
ore 22,45
Gara Gioco del Fuso
ore 23,30
Torneo Tiro alla Fune (n.2 tirate)

Sabato 18 agosto 2012

ore 16,00
Partenza dei Cortei Storici dal Convento di S.Lucia
ore 17,30
Viale Giovanni Paolo II
Giostra della Scifa
Esibizione degli Sbandieratori dei Rioni di Cori
ore 20,30
Partenza dei Cortei Storici dal Convento di S.Lucia
ore 21,00
Piazza Regina Margherita
Torneo Tiro alla Fune (n.2 tirate)
ore 21,30
Torneo Gioco della Conca (n.2 incontri)

Proclamazione
Quartiere vincitore

Assegnazione
del Palio di Sant’Agapito

"Benvenuti presso l'antica Praeneste, bionda di ginestra, gaudente nell'agio del suo letto collinare, fiera tra i campanili e le vestigia di un immutato splendore". Potrebbe iniziare cosi, fra le pagine impolverate di un libro la storia del palio di Sant'Agapito, la storia di una città e dei suoi abitanti. E' notorio che già nel mondo pagano per celebrare un evento, una ricorrenza si organizzassero giochi e sfide di vario tipo. A Palestrina ciò avvenne prima in onore del "dies natalis" di Sant'Agapito; L'aspetto lucido prende forma concreta con le giostre, intorno al 1053, in occasione delle nozze della contessa Emilia, signora della città, e nel 1092 per l'elezione del vescovo cardinale Bernardo. Per la prima volta viene nominato "lo Palio" in un documento dell'archivio vaticano, che narra le manifestazioni tenute a Palestrina in occasione della visita di Innocenzo III. Relativamente alla festa in onore del patrono Sant'Agapito sappiamo che veniva celebrata con solennità da tutta la diocesi e solo dalla fine del 1400 rinveniamo nelle manifestazioni per le feste patronali, il Palio; fin dai primi anni del 1500 assunse le caratteristiche attuali con un apoteosi celebrativa al momento dell'elevazione della città di Palestrina a principato. Il clima discendente sia per la festa di Sant'Agapito che per il relativo Palio, iniziò dal secolo XVIII fino al 1870, anno della completa soppressione. Nel 1978 un gruppo di giovani prenestini, ardimentosi, riportò alla luce una vecchia tradizione addormentata, che nonostante il passare degli anni, oggi risulta più viva e ricca che mai. L'aria di festa si respira giorni prima, strade, vicoli e vicoletti si vestono di fiori, l'organizzazione e le attività dei quartieri tradiscono il sapore dell'attesa; già nelle prime due domeniche d'Agosto si alternano celebrazioni eucaristiche, esposizioni solenne del Palio di Sant'Agapito, benedizione dei cavalli e delle squadre. Nel vivo della manifestazione si entra, formalmente, nei giorni che precedono il 18 Agosto, con la lettura in Piazza Regina Margherita, dei bandi di sfida; in prosieguo con le semifinali e finali di pallamano. Nei pomeriggi di mezza estate assistiamo ad un'avvincente quanto incalzante maratona di gare, sfide, giochi: la concentrazione del tiro con l'arco, la forza del tiro alla fune, l'equilibrio del gioco della conca, l'abilità del fuso e l'avvincente scifa con i cavalli; il tutto accompagnato dal caloroso e sportivo tifo delle quattro contrade rivali della città e dal contagioso entusiasmo della competizione. Finalmente arriva il tanto atteso giorno di Sant'Agapito, dai quartieri partono i cortei storici, sfilate itineranti di nobili, popolani, cavalieri, avvolti in velluti e damascati; al fruscio delle vesti si unisce lo zoccolo recalcitrante dei cavalli, al sibilo delle bandiere il cicalio dell'estare prenestina. Giunto su Viale G.Paolo II, il corteo si raccoglie sulla scalinata presso il monumeto dei caduti ed inizia l'attesa giostra della Scifa. Due cavalieri per ciascuna delle quattro porte (porta San Martino, porta San Cesareo, porta San Biagio, porta San Giacomo) dovranno centrare con un giavellotto, correndo a cavallo, un anello sospeso ad un'altezza tale da non rendere agevole l'impresa. Portati in trionfo i vincitori, l'appuntamento riprende sotto il mantello della notte, in Piazza Regina Margherita, dove a seguito delle finali del tiro alla fune e del gioco della conca, avverrà la proclamazione del quartiere vincitore e l'assegnazione del prestigioso Palio di Sant'Agapito. Addizionalmente, torneranno ad aprirsi le taverne, antichi luoghi d'incontro dove ritemprarsi con una cucina semplice e genuina, un buon bicchier di vino, qualche divertimento e forse, chissà, il sorriso di una locandiera di Goldoniana ispirazione. L'apertura delle predette taverne avverrà in alcuni dei luoghi più suggestivi della città, all'interno del perimetro di ciascuna porta o contrada; l'operatività, è prevista nel periodo centrale di Agosto, sempre in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono. Dopo un affresco cosi vivace, non ci resta che invitarvi a sfogliare insieme quell'antico libro, polveroso di storia e munificentemente adorno di tradizioni.

Attachments:
Download this file (locandinaPALIO2012web.pdf)locandinaPALIO2012web.pdf[locandina]1642 Kb
 

pastedimage

 

escuolapa


assessoratopianificazionedel-territorio


Comune di Palestrina

Comune di Palestrina
Palazzo Verzetti, Via del Tempio, 1
00036 Palestrina (Roma)
Tel. 06/953021 Fax 06/95302241
info@comune.palestrina.rm.it
protocollo@comune.palestrina.legalmail.it
P. IVA 03577071008
CF 01319240584