Comune di Palestrina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Aree Tematiche Tributi Imposta Unica Comunale ( I.U.C.)

Imposta Unica Comunale ( I.U.C.)

E-mail Stampa PDF

iucL'Imposta Unica Comunale ( I.U.C.) si basa su due presupposti impositivi, uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore e l'altro connesso all'erogazione e fruizione di servizi comunali.
La IUC si compone:
dell'Imposta Municipale Propria, (IMU) di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili escluse le abitazioni principali;
del Tributo per i servizi indivisibili (TASI), componente di natura tributaria relativa ai servizi, a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile;
della Tassa sui rifiuti (TARI), in sostituzione della TARES, destinata a finanziare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali e aree scoperte.

La disciplina della IUC, contenuta nella legge 27 dicembre 2013, n. 147 "Legge di Stabilità per l'anno 2014", sarà integrata dalle norme di un apposito regolamento che il Comune dovrà approvare per definire nel dettaglio alcuni aspetti di rilievo relativi all'applicazione delle singole componenti del tributo.

Il Comune di Palestrina, tenuto conto del comunicato stampa diffuso dal Ministero delle Finanze il 19 maggio scorso per venire incontro da un lato alle esigenze determinate dal rinnovo dei consigli comunali, e dall'altro all'esigenza di garantire ai contribuenti certezza sugli adempimenti fiscali, rende noto che il versamento dell'acconto TASI - Tributo per i Servizi Indivisibili, inizialmente previsto entro il 16 giugno 2014, è stato rinviato al mese di settembre, in attesa che il Comune deliberi le aliquote e le fattispecie soggette al tributo.

Il sito istituzionale dell'Ente www.comune.palestrina.rm.it verrà tempestivamente aggiornato alla luce di eventuali novità concernenti le Imposte/Tasse citate e le relative scadenze di pagamento.

Per la TARI verranno inviati ai contribuenti appositi inviti al pagamento predisposti dall'Ufficio Tributi.
Per l'Imposta Municipale Propria contribuenti devono versare l'imposta, per l'anno in corso, in due rate, seguendo le indicazioni di seguito riportate:

  • 1. prima rata entro il 16 giugno 2014;
  • 2. seconda rata entro il 16 dicembre 2014.

Imposta Municipale Propria

Acconto anno 2014

Chi è tenuto al pagamento dell'IMP?

L'IMP è dovuta dal proprietario e dal titolare di diritti reali (usufruttuario, usuario, titolare del diritto di abitazione, enfiteusi e superficie) di immobili posseduti nel territorio comunale

Acconto imu 2014

La legge n. 147 del 27 dicembre 2013 ( Legge di Stabilità 2014) ha stabilito che l'IMU non si applica ai seguenti immobili:

  1. abitazione principale (con esclusione dei fabbricati di categoria A/1 A/8 A/9) e relative pertinenze (una per tipologia C/6 C/2 C/7):
  2. unita' abitative appartenenti alle cooperative edlizie a proprieta' indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  3. fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle Infrastrutture 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;
  4. casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  5. unico immobile, iscritto o iscrivibile in catasto nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;
  6. fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del D.L. 30/12/1993, n. 557, convertito, con modificazioni,dalla legge 26/2/1994, n. 133;
  7. fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati;
  8. unita' immobiliare, e relative pertinenze, non classificata nelle categorie A/1, A/8 ed A/9, posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;

Per gli immobili di cui alle lettere b, c, e, g, l'art. 5 bis del D.L. n. 102/2013, convertito nella Legge n. 124/2013, prevede che, ai fini di godere dell'esenzione dal pagamento dell'Imu, vi sia l'obbligo di presentazione della dichiarazione Imu entro il 30 giugno dell'anno successivo attestante il possesso dei requisiti e gli identificativi catastali degli immobili ai quali il beneficio si applica.
ABITAZIONE PRINCIPALE: Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel Catasto dei fabbricati come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l'abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano ad un solo immobile ( è dovuta la presentazione della dichiarazione IMU)
Pertinenze dell'abitazione principale: Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2 (qualora abbiano le caratteristiche di soffitta o cantina e siano ubicate nello stesso edificio o complesso immobiliare in cui è sita l'abitazione principale), C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in Catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

PER TUTTI GLI ALTRI IMMOBILI:

L'imposta si versa in due rate: la prima entro il 16 giugno 2014 la seconda entro il 16 dicembre 2014, utilizzando le seguenti aliquote:

  • 9,9 ‰ come aliquota ordinaria.
  • 5,1 ‰ in caso di abitazione principale e pertinenze.

I terreni agricoli ubicati nel Comune di Palestrina sono esentati dal versamento dell'imposta, in quanto ricadenti in area montana.

L'imposta va versata al Comune sul quale l'immobile insiste interamente o prevalentemente.

Modalità di calcolo

La base imponibile per il calcolo dell'IMU è la rendita risultante in catasto moltiplicata per 1,05 (rivalutazione del 5%) e moltiplicata per uno dei seguenti moltiplicatori distinti per categoria di immobile:

CATEGORIE CATASTALI // MOLTIPLICATORE
A ABITAZIONI (DA A/1 AD A/9) // 160
A/10 UFFICI // 80
B COLLEGI, OSPEDALI, UFFICI PUBBLICI, SCUOLE, ORATORI // 140
C/1 NEGOZI // 55
C/3 LABORATORI // 140
C/4 LOCALI PER ESERCIZI SPORTIVI // 140
C/5 STABILIMENTI BALNEARI // 140
C/2 CANTINE // 160
C/6 GARAGE // 160
C/7 TETTOIE // 160
D IMMOBILI A DESTINAZIONE SPECIALE (escluso D5) // 65
D/5 ISTITUTI DI CREDITO // 80

Il valore imponibile è ridotto del 50% per i seguenti immobili:

  • Fabbricati dichiarati inagibili, inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni.
  • Fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'art. 10 del D.lgs. n. 42/2014. la presente riduzione non si cumula con la riduzione di cui al, punto precedente.

Fabbricati privi di rendita catastale: si considera la rendita attribuita a fabbricati similari (rendita presunta) da trasformare in valore imponibile con i coefficienti indicati.
Aree fabbricabili - la base imponibile è il valore venale di mercato, risultante al 1° Gennaio dell'anno d'imposta, avendo riguardo: alla zona di ubicazione, all'indice di edificabilità, alla destinazione d'uso consentito, agli oneri per eventuali lavori di adattamento, ai vincoli posti dagli strumenti urbanistici, ai prezzi medi di mercato. Per tali fattispecie l'acconto dovra' essere versato entro il 16.06.2014.

QUOTA STATALE (art. 1, comma 380, lettera f) della legge n. n. 228/2012)

ATTENZIONE. Nel 2014 l'IMU di tutti gli immobili (abitazioni principali, seconde case, negozi, uffici, aree fabbricabili, ...) deve essere interamente versata al comune, ad eccezione dell'IMU sugli immobili classificati nel gruppo catastale D.
In sede di acconto, per i fabbricati di categoria D, occorrerà versare allo Stato un acconto pari al 50% dell'imposta dovuta in base all'aliquota dello 0,76 % (codice tributo 3925) e dello 0,23 % al Comune il 50% dell'imposta dovuta in base alla maggiorazione di aliquota prevista per i fabbricati del gruppo D (codice tributo 3930).

CODICI TRIBUTO

Di seguito si riportano i codici tributo da utilizzare per il pagamento dell'IMU 2014 con modello F24 - Codice comune G274:
3912 - abitazione principale e relative pertinenze per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1 A/8 A/9- COMUNE
3916 - aree fabbricabili - COMUNE
3918 - altri fabbricati - COMUNE
3925 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO
3930 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – COMUNE

ATTENZIONE.
Il codice 3925 dovrà essere utilizzato per versare allo Stato l'imposta derivante dall'applicazione dell'aliquota dello 0,76% agli immobili D; il codice 3930 dovrà essere utilizzato per versare al Comune il maggior gettito IMU derivante dall'aumento dell'aliquota oltre lo 0,76%. Per il Comune di Palestrina, la maggiorazione dell'aliquota è pari allo 0,23%.

VERSAMENTO

Il versamento IMU si effettua in due rate:
- Acconto entro il 16 Giugno 2014
- Saldo entro il 16 dicembre 2014
Il pagamento dell'imposta deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo. Poiché a ciascuna tipologia di immobile è associato un differente codice tributo, l'arrotondamento all'unità deve essere per ciascun rigo del modello F24.

Il versamento IMU non è dovuto qualora l'imposta complessiva per l'anno sia uguale o inferiore ad € 5,00 (cinque).
Per i contribuenti residenti all'estero, in base a quanto disposto dal comunicato Stampa n. 68 del 31/05/2012 emesso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il versamento può essere effettuato utilizzando il modello F24 oppure con le seguenti modalità alternative indicate nelle istruzioni ministeriali: bonifico bancario intestato a Tesoreria Comune di Palestrina presso la Banca di Credito Cooperativo di Palestrina, utilizzando il codice IBAN IT48R0871639320000001056190, producendo al Comune le copie dei bonifici bancari attestanti il pagamento dell'IMU.
Per l'eventuale quota riservata allo Stato, solo per il possesso di fabbricati ad uso produttivo di categoria D, i contribuenti devo effettuare anche un bonifico bancario direttamente in favore della Banca d'Italia, utilizzando il codice IBAN IT02G0100003245348006108000.
Gli enti non commerciali, ai sensi dell'art. 1 comma 721 della legge n. 147/2013, versano l'IMU in tre rate:

  • le prime due, di importo pari ciascuna al 50% dell'imposta complessivamente corrisposta per l'anno precedente, devono essere versate entro il 16 giugno ed il 16 dicembre 2014;
  • l'ultima, a conguaglio dell'imposta complessivamente dovuta, deve essere versata entro il 16 giugno dell'anno successivo a quello cui si riferisce il versamento.

DETRAZIONI PER ABITAZIONE PRINCIPALE

NOVITA'. Per il 2014, la maggiorazione della detrazione di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, non è più applicabile, in quanto l'art. 13, comma 10, del D.L. n. 201/2011 limitava la suddetta detrazione agli anni 2012 e 2013.

Pertanto, dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonchè per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, € 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si potrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

Tale detrazione si applica anche:

a) all'unità immobiliare, di categoria catastale A/1, A/8 e A/9, posseduta a titolo di proprietà di usufrutto, da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
b) all'unità immobiliare, di categoria catastale A/1, A/8 e A/9, assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.

DICHIARAZIONE IMU:

La dichiarazione dovrà essere presentata, utilizzando il modello approvato con apposito Decreto Ministeriale, all'Ufficio Protocollo del Comune di Palestrina, Via del Tempio 1, oppure spedita tramite raccomandata al medesimo ufficio, oppure inviata tramite posta elettronica certificata all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute le variazioni.

CALCOLO ACCONTO IMU 2014

Collegandosi al sito istituzionale del Comune di Palestrina www.comune.palestrina.rm.it è possibile utilizzare uno strumento di calcolo IMP on-line che produce la stampa del relativo modello F24, secondo le informazioni fornite dal contribuente in sede di compilazione.
Ogni contribuente dovrà tenere conto della propria quota di possesso (100%, 50%, etc) ed eventualmente del periodo dell'anno durante il quale tale condizione si è verificata ( 1 mese, 4 mesi, etc - il mese in cui la proprietà o il diritto reale di godimento si è protratto solo in parte rimane a carico del contribuente che lo ha posseduto per più giorni ).
Ulteriori chiarimenti e la necessaria modulistica sono presenti sul sito internet www.comune.palestrina.rm.it, oppure possono essere richieste al Servizio Tributi del Comune, che in occasione degli adempimenti legati alla corretta applicazione della nuova imposta resterà aperto al pubblico, Lunedì - Mercoledì dalle ore 9:00 alle ore 12:00, Martedì - Giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:30.

Per maggiori informazioni:
Comune di Palestrina- Ufficio Tributi - indirizzo Via del tempio 1.
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. 0695302206 – 0695302268 – 0695302205 – 0695302207
sito internet: www.comune.palestrina.rm.it

 

pastedimage

 

escuolapa


assessoratopianificazionedel-territorio


Comune di Palestrina

Comune di Palestrina
Palazzo Verzetti, Via del Tempio, 1
00036 Palestrina (Roma)
Tel. 06/953021 Fax 06/95302241
info@comune.palestrina.rm.it
protocollo@comune.palestrina.legalmail.it
P. IVA 03577071008
CF 01319240584