Comune di Palestrina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Aree Tematiche Tributi IMU - Imposta Municipale Propria 2013

IMU - Imposta Municipale Propria 2013

E-mail Stampa PDF

 

 

Il Decreto Salva Italia (art. 13 D.L. n. 201 del 06.12.2011, convertito con Legge n. 214 del 23.12.2011) ha anticipato in via sperimentale l'introduzione dell'IMP a decorrere dall'anno 2012.

L'IMP va a sostituire l'Imposta Comunale sugli Immobili (ICI).

Chi è tenuto al pagamento dell'IMP?

L'IMP è dovuta dal proprietario, usufruttuario, usuario, titolare del diritto di abitazione, enfiteusi e superficie, di fabbricati (compresa l'abitazione principale e le relative pertinenze), di aree fabbricabili e terreni agricoli siti sul territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, e di immobili strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività di impresa.
I terreni agricoli ubicati nel Comune di Palestrina sono esentati dal versamento dell'imposta, in quanto ricadenti in area montana.
L'imposta va versata al Comune sul quale l'immobile insiste interamente o prevalentemente.

ULTIME NOVITA'
NON È DOVUTA LA SECONDA RATA DELL'IMU PER:

 

a. l'abitazione principale e relative pertinenze (una per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7) ad eccezione degli immobili di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze ;
b. gli immobili che risultano assimilati all'abitazione principale:
le abitazioni e le relative pertinenze possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che abbiano trasferito la residenza in istituti di ricovero purché non locate ;
le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari (assimilate all'abitazione principale dal 1°/07/2013);
le abitazioni possedute dal personale del comparto sicurezza (assimilate all'abitazione principale dal 1°/07/2013). Si precisa che non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione della disciplina IMU concernente l'abitazione principale e le relative pertinenze, a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, purché il fabbricato non sia censito nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9, che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia;
c. i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati;
d. i fabbricati strumentali all'attività agricola ed i terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.
Ai fini dell'applicazione, per l'anno 2013, dei benefici previsti per i cosiddetti fabbricati merce, per gli immobili del personale del comparto sicurezza e delle cooperative a proprietà indivisa, è necessario presentare, a pena di decadenza entro il 30/06/2014, apposita dichiarazione IMU utilizzando il modello ministeriale. Tali benefici decorrono dal 1° luglio 2013 per cui è escluso il diritto al rimborso per l'imposta già versata in acconto.
Con riferimento ai casi sopraindicati, è tuttavia previsto che i contribuenti, in sostituzione del saldo Imu del mese di dicembre 2013, versino entro il 24 gennaio 2014 il 40% della differenza tra l'imposta calcolata con l'aliquota deliberata dal Comune nel 2012, confermata anche nel 2013, e quella calcolata con l'aliquota di legge. Prima di effettuare tale versamento, si consiglia di verificare eventuali modifiche normative delle quali si darà tempestiva comunicazione sul sito www.comune.palestrina.rm.it.

 

Modalità di calcolo

La base imponibile per il calcolo dell'IMU è la rendita risultante in catasto moltiplicata per 1,05 (rivalutazione del 5%) e moltiplicata per uno dei seguenti moltiplicatori distinti per categoria di immobile:

 

(Collegamento al sito dell'Agenzia delle Entrate per verifica rendite catastali)

 

CATEGORIE CATASTALI MOLTIPLICATORE
A ABITAZIONI (DA A/1 AD A/9) 160
A/10 UFFICI 80
B COLLEGI, OSPEDALI, UFFICI PUBBLICI, SCUOLE, ORATORI 140
C/1 NEGOZI 55
C/3 LABORATORI 140
C/4 LOCALI PER ESERCIZI SPORTIVI 140
C/5 STABILIMENTI BALNEARI 140
C/2 CANTINE 160
C/6 GARAGE 160
C/7 TETTOIE 160
D IMMOBILI A DESTINAZIONE SPECIALE (escluso D5) 65
D/5 ISTITUTI DI CREDITO 80


Fabbricati privi di rendita catastale: si considera la rendita attribuita a fabbricati similari (rendita presunta) da trasformare in valore imponibile con i coefficienti indicati.
Aree fabbricabili - la base imponibile è il valore venale di mercato, risultante al 1° Gennaio dell'anno d'imposta, avendo riguardo: alla zona di ubicazione, all'indice di edificabilità, alla destinazione d'uso consentito, agli oneri per eventuali lavori di adattamento, ai vincoli posti dagli strumenti urbanistici, ai prezzi medi di mercato. Per tali fattispecie l'acconto dovra' essere versato entro il 17.06.2013.
Il versamento della rata del saldo IMU per l'anno d'imposta 2013, per gli immobili per i quali non vige la sospensione, dovrà essere effettuato entro il 16 dicembre 2013, sulla base delle seguenti aliquote comunali approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 02/07/2012, confermate per l'anno 2013.

  • 9,9 ‰ come aliquota ordinaria di competenza comunale.
  • 5,1 ‰ in caso di abitazione principale e pertinenze interamente di competenza comunale (solo per immobili classificati nelle categorie A/1 A/8 A/9)
  • 2,0 ‰ fabbricati rurali strumentali, interamente di competenza comunale

NUOVA RIPARTIZIONE DEL GETTITO TRA COMUNE E STATO

La legge di stabilità (art. 1, c 380, legge 228/2012) ha "riservato allo Stato il gettito dell'IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D", calcolato ad aliquota standard dello 0,76%.
Ne consegue che per tali immobili, la cui aliquota è fissata dal Comune Palestrina allo 0,99% l'imposta va suddivisa applicando alla base imponibile:
- l'aliquota "standard" dello 0,76% a favore dello Stato
- l'aliquota dello 0,23% a favore del Comune.
Tutto il restante gettito dell'Imposta è riservato al Comune

VERSAMENTI:

Il versamento dell'imposta deve eseguirsi esclusivamente a mezzo modello F24 (sezione IMP e altri tributi locali), recandosi presso una banca o presso qualsiasi ufficio postale, dovrà riportare i codici tributo riportati di seguito:
Codice Comune: G274

3912 - abitazione principale e relative pertinenze per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1 A/8 A/9- COMUNE
3914 - terreni - COMUNE 
3916 - aree fabbricabili - COMUNE 
3918 - altri fabbricati - COMUNE 
3925 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO 
3930 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - INCREMENTO COMUNE


L'importo da versare deve essere arrotondato all'euro inferiore o superiore. Non è dovuto il versamento se l'imposta dovuta per l'intero anno è inferiore a € 5,00 (importo annuale).
Collegandosi al sito istituzionale del Comune di Palestrina www.comune.palestrina.rm.it è possibile utilizzare uno strumento di calcolo IMP on-line che produce la stampa del relativo modello F24, secondo le informazioni fornite dal contribuente in sede di compilazione.
Ogni contribuente dovrà tenere conto della propria quota di possesso (100%, 50%, etc) ed eventualmente del periodo dell'anno durante il quale tale condizione si è verificata ( 1 mese, 4 mesi, etc - il mese in cui la proprietà o il diritto reale di godimento si è protratto solo in parte rimane a carico del contribuente che lo ha posseduto per più giorni ).

SCADENZE

• la prima rata in acconto entro il 17 giugno 2013
• la seconda rata a saldo entro il 16 dicembre 2013

Codici tributo da utilizzare per il versamento dell'acconto 2013 con modello F24:

Codice Comune: G274

Per maggiori informazioni:

Comune di Palestrina- Ufficio Tributi - indirizzo Via del tempio 1.
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. 0695302206 - 0695302268 - 0695302205 - 0695302207
sito internet: www.comune.palestrina.rm.it

 

 

pastedimage

 

escuolapa


assessoratopianificazionedel-territorio


Comune di Palestrina

Comune di Palestrina
Palazzo Verzetti, Via del Tempio, 1
00036 Palestrina (Roma)
Tel. 06/953021 Fax 06/95302241
info@comune.palestrina.rm.it
protocollo@comune.palestrina.legalmail.it
P. IVA 03577071008
CF 01319240584